Milano: Speciale Elezioni 2016

brand-milano-printIncominciamo da oggi una serie di articoli per mostrare agli elettori i diversi approcci che i candidati sindaci hanno sui temi importanti per la città.

Oggi affrontiamo il tema della: Sicurezza

ate la scelta guista, ascoltate , dai diretti interessati, le proposte sui temi cari alla città di milano.

Tema Sicurezza Incominciamo con i contributi video:

Sicurezza secondo Giuseppe Sala PD

Sicurezza secondo Stefano Parisi (centro destra)

La visione della sicurezza secondo Sala (PD)

salaSecondo il candidato del PD serve un centro interforze, lottare sul degrado ed investire sulle regole. La sicurezza si può ottenere partendo dalle regole e dalla loro applicazione intelligente proseguendo il “buon lavoro” fatto da Pisapia. No a militarizzazioni.

 

La visione della sicurezza secondo Parisi (Centro Destra)

parisiPer Parisi la serenità dei cittadini è una priorità, la sicurezza in Milano é un problema serio , si deve contrastare anche la microcriminalità. Le soluzioni partono attraverso l’eliminazione del degrado, rimettendo sulla strada i vigili di quartiere e coordinando le forze di polizia con la prefettura, se serve si all’uso dell’esercito.

 

I due candidati concordano sul fatto che và eliminato il degrado e che sia necessario un centro di coordinamento.
Le distinzioni sono invece sulle forze in campo:
Per Sala la sicurezza parte dal dialogo.
Per Parisi non bastano le parole ma serve più polizia nelle strade.

Secondo BASTA TASSE  :
Sala vive in una “bolla”  la sua attività in Expò sembra averlo traslato in un mondo diverso dal reale, non percepisce il problema della sicurezza perchè  si deve sentire sicuro ( sarà che ha la scorta?) . Per Sala Pisapia ha fatto “bene” il suo lavoro , infatti Milano è molto meno sicura di 5 anni fà e tutti lo percepiscono.

L’approccio di Parisi è quello del “buon padre di famiglia” che mette in primo piano la serenità che si deve ottenere anche con il percepire la sicurezza in modo tangibile a partire dalla quotidianità. La polizia nelle strade serve per aiutare, i Vigili sono nostri “amici” non esattori malvagi pronti ad elevari sanzioni per fare cassa !

 

Riportiamo alcune interviste :

Sala

” Un centro di coordinamento interforze sulla sicurezza “per le piccole e grandi emergenze quotidiane”. No invece a un “modello sicurezza da ‘Rambo’, come vorrebbe “il Centrodestra che investe su negativita’ e paura un modello che parte dalle regole e dalla loro applicazione intelligente. La sicurezza si ottiene con la lotta al degrado con la consapevolezza di quanto la scuola l’urbanistica i trasporti possono fare , da sindaco proseguirò il buon lavoro fatto da Pisapia.
Fonte: (http://www.agi.it/regioni/lombardia/2016/04/01/news/milano_sala_su_sicurezza_coordinamento_interforze_per_emergenze-660361/ )

Parisi

“Dobbiamo ripulire rivitalizzare la città, con le luci e i negozi aperti. Con la vita si elimina la criminalità”.
“I centri sociali non avranno più un ruolo”
“Furti di macchine, moto, bici vengono classificati come microcriminalità, lo saranno anche ma creano danno alla vita dei milanesi.Attraverso il controllo del territorio, mettendo in rete le telecamere del comune e pure quelle dei privati – con il dovuto rispetto alla privacy – così si metterà in atto una sorta di intelligence digitale”. Poi, ha precisato: “Riattiveremo i vigili di quartiere, è una questione di deterrenza e sicurezza del territorio”.

fonti:http://www.ilcomizio.it/Detail_News_Display/POLITICA/parisi-e-la-sicurezza-vogliamo-togliere-la-paura-ai-milanesi-
http://formiche.net/2016/03/01/parisi-programma-milano/